Oltre la cartolina del Duomo, “che fatica...” E l’amore è cieco MILANO O ROMA, L’ETERNO DILEMMA

LO STIVALE ROVESCIATO Milano

Milano dov’è, si chiese Giorgio Bocca una volta, “l a ssù, in Europa”, gli rispose Carlo Tognoli, il sindaco di allora. La pensa così il mio amico russo Denis Bilunov: “Milano è una vera città europea, Roma no. Roma è un’altra cosa. Come lo è Firenze. O Venezia. Se voglio andare in vacanza con la famiglia, allora non vengo a Milano. Vado a Roma. A Firenze. A Venezia. Però, ogni volta che vengo a Milano, mi accorgo subito dei cambiamenti, dei miglioramenti. Si vede che è una città cosmopolita, in perenne movimento. Che è ambiziosa. E pure discreta: vuole essere scoperta, poco per volta. Certo, il Duomo, il Castello, i nuovi grattacieli sono la cartolina immediata, una cartolina facile, scontata, seducente. Ma poi, l’a ttrattiva di Milano è nel suo dinamismo culturale, nelle iniziative legate al mondo del design e della moda. Da noi in Russia sono ormai diventate il simbolo che identifica Milano e le cancella la cattiva reputazione, appunto quella di non essere abbagliante come Roma. Per questo, ci arrivo sempre volentieri: per business, ovviamente, e dopo, se ho tempo, per scoprirne il carattere, per conoscerne la gente, per comprenderne i riti urbani. Ho infatti un grosso vantaggio: parlo italiano abbastanza bene, quindi non sono un visitatore passivo”.

SALUTO DENIS,torna a Mosca. È la ventunesima volta che viene a Milano. L’apprezza moltissimo a tavola. Eppure, in tutti questi anni, l’ho informato dei fatti. Che Milano, come sosteneva Alberto Arbasino, non è una città “da bere”, perché l’utilitarismo di sfruttamento bottegaio e miope ha prodotto tanta bruttezza e tante scomodità, aggravate da un clima pessimo e dall’inquinamento che le autorità tollerano. Gli ho detto tante volte che Milano fatica a scegliersi un’identità, come cantava ironicamente Lucio Dalla, “Milano che fatica... ”, un ritratto in agrodolce, ha scritto Claudio Lindner, che abita a due passi da casa mia. Gli ho riferito dell’Expo, minata dalle infiltrazioni mafiose e dalle polemiche sui conti. Macché. L’amore è cieco.

Fonte: ilfattoquotidiano.it

GUARDA ANCHE

LA MUSICA COME SUONA NELLE CITTÀ 10/10/2017

A Milano i violini dei giornali fanno da tappeto per gli affari
Continua a leggere

LA NOSTALGIA | I RICORDI DELLA CITTÀ 25/9/2017

La cronaca nera, soprattutto quella spicciola, dell’altra Milano
Continua a leggere

RAZZISMO LE (NON) NOTIZIE IN ESTATE 28/8/2017

Terzo profugo suicida a Milano: ha conquistato così lo Ius soli
Continua a leggere

ALTRE ESTATI CITTÀ VUOTE E PAESI PIENI 14/8/2017

Sapessi com’era strano a Milano innamorarsi a Ferragosto
Continua a leggere