IL GIOCO DEL PALLONE E I BAMBINI

LO STIVALE ROVESCIATO Milano

Giugà al balon, giocare al pallone è un reato a Milano? Giudicate voi. Intanto, sono off limits i marciapiedi, un tempo confini di accanite partitelle coi tombini (le aperture nei cordoli dove defluisce l’acqua piovana) a fare da porte. Non parliamo poi dei cortili: rischi la rissa con i vicini, ci sono ordinanze comunali che lo proibiscono. Idem in alcuni parchi. Adesso, pure i campi regolari da calcio sono territori ostili, se hanno la sventura di essere circondati dalle case. Come dimostra la sentenza del gip di Milano che ha condannato il titolare dell’US Orione 1947 di via Strozzi 1, una delle più vecchie scuole di calcio della città (quest’anno compie 70 anni) a pagare una multa di 90 Euro per disturbo “delle occupazioni o del riposo delle persone” (art. 659 del codice penale). Soprattutto di giorno. Quando cioè giocano i babycalciatori.

Chi li ha messi in croce? Un gruppo di Scrooge meneghini residenti nei condomini all'angolo tra via Soderini e via Fezzan, confinanti col prato dell’US Orione ha presentato un esposto alla Procura il 20 aprile del 2016, denunciando gli schiamazzi. Trasformando una “stucchevole diatriba condominiale” (lo scrive l’US Orione nel suo sito) in un precedente giuridico inquietante. Gli esperti dell’Arpe, infatti, hanno verificato gli odiosi decibel arbitrali, i tonfi delle pallonate, le grida festose dei bambini e le urla dei loro mister: superavano talvolta i limiti di legge. La condanna - sia pure simbolica - sancisce il sacrosanto diritto dei bambini di giocare vociando. Per questo l'US Orione ha presentato opposizione. Poveri figli. Hanno la colpa di esultare, se segnano. O arrabbiarsi, se sbagliano. Gli allenatori, di richiamarli ad alta voce: altrimenti come possono farsi sentire? E che dire degli adulti che castrano la gioia dei bambini, limitando i loro spazi di gioco? Mica si può giocare al calcio col bavaglio. Lasciateli sfogare: è l'istinto della sfida agonistica "leale, onesta" (i principii dell'Us Orione)...quanto a diritti, quel campo esisteva prima che sorgessero le case. Altro che Milano da bere. Questa è una Milano da beghe.

Fonte: ilfattoquotidiano.it

GUARDA ANCHE

ALTRE ESTATI CITTÀ VUOTE E PAESI PIENI 14/8/2017

Sapessi com’era strano a Milano innamorarsi a Ferragosto
Continua a leggere

LOTTA CIVILE IL PANE TRA FAMA E FAME 31/7/2017

Anche Milano ha le sue brutture, passa la voglia di mangiarlo
Continua a leggere

DUE ITALIE CHI SI RASSEGNA E CHI RESISTE 17/7/2017

Criminalità e fascisteria, Milano è sempre in prima fila
Continua a leggere

TUTTO È POESIA DAL CALCIO AI MIGRANTI 3/7/2017

Quelle domeniche con Maurizio Cucchi: scuola indimenticabile
Continua a leggere