Echi da era craxiana, quando Milano andava sulle copertine

LO STIVALE ROVESCIATO Milano

L’Expo ha chiuso i battenti, Milano gonfia orgogliosa il petto, si è guadagnata di nuovo i galloni di “capitale morale” mentre la reietta Roma dell’ondivago sindaco non sindaco Marino se lo sogna, poiché le “mancano gli anticorpi”, dice il magistrato anticorruzione Raffaele Cantone e questo ritorno al passato - più che al futuro - del solito dualismo Milano-Roma sembra un déja-vu, le due capitali che si sfidano e però non possono esistere l’una senza l’altra...Echi da era craxiana, quando la metropoli lombarda andava sulla copertina di Time e la prima pagina di Le Monde. Già, la sulfurea Milano “da bere”, capitale dell’italian fashion abbagliava gli occhi, in un turbinìo di illusioni, mentre ci si avvicinava a passo di giava, per parafrasare Paolo Conte, verso la voragine di Mani Pulite, sino all’irruzione del pestilenziale berlusconismo che da Milano avrebbe conquistato tutto il Paese.

Fu un ventennio decadente. L’era del Cavaliere pareva tramontata, visti i guai giudiziari, lo sprofondo del Milan, il crollo di Forza Italia, il tradimento dei fedelissimi (doloroso l’addio di Sandro Bondi, che Silvio ora chiama lo “sfigato”). E ancora: la fuga degli elettori moderati, l’ascesa del rampante Salvini che gli ruba consensi a destra e alla destra della destra. Persino i vignettisti non lo prendevano più di mira. Insomma, Berlusconi “ex”. Invece, ecco il viagra politico di un Silvio irriducibile. Sfrontato. Come quando rivede Angela Merkel e spergiura di non aver mai detto “culona inchiavabile”. Acqua passata, ha replicato lei. Peggio la toppa del buco, ma Silvio è fatto così. In fondo, deve aver meditato, si stava meglio quando si stava peggio. Doveroso quindi scendere di nuovo in campo. Dire “a volte ritornano” è però riduttivo: siamo infatti già alla quarta volta. La zelante Gelmini ha coniato il revival come “restart”. Ripartenza. Dalle parti di Renzi, ribollita.

GUARDA ANCHE

IL GIRO E LA NOSTRA ITALIA 8/5/2017

Per il centenario doveva partire da Milano, la sua storica casa
Continua a leggere

RAZZISMI. CON LA STORIA NON SI SCHERZA 24/4/2017

Gli ebrei italiani, Eugenio Curiel e la memoria corta di Milano
Continua a leggere

STRACITTADINE AMARCORD D’ALTRI CALCI 10/4/2017

Ridatemi i derby di Milano con Brera e Veronelli
Continua a leggere

STREET ARTINSOFFERENZA O RISCATTO? 28/3/2017

Alberto Dubito e Fausto & Iaio: Milano inghiotte ancora i ventenni
Continua a leggere