GLI SCIAMI E GLI SCEMI A NORD E SUD Leo Longanesi diceva: “Diecimila stupidi sono una forza storica”

LO STIVALE ROVESCIATO Milano

Caro Enrico, a volte, maledizione, ritornano. Da voi, giù al Centro, gli sciami. Da noi gli scemi. Nel saggio appena uscito “L’imbecillità è una cosa seria” (il Mulino) il professore Maurizio Ferraris, docente di filosofia teoretica all’Università di Torino, scrive a pagina 11: “Ogni epoca ha i suoi tromboni, così come ha i suoi bugiardi, i suoi furfanti, e ovviamente i suoi imbecilli”. Chissà come, penso alla “festa della zucca” organizzata dalla Lega Nord emiliana a Ziano Piacentino per rivendicare un’antica e tradizionale festa locale (guarda caso in coincidenza con Halloween...). Matteo Salvini l’ha disertata: l’evento non era in agenda...non Umberto Bossi, né Roberto Maroni. Al Senatur gli scappa che Salvini è giovane, ancora inesperto. Poi, coi suoi, si confida (così riportano i giornali): è “un po’ stupido”.

Leo Longanesi scrisse: “Uno stupido è uno stupido. Due stupidi sono due stupidi. Diecimila stupidi sono una forza storica”.

Infatti. Arrivano i profughi destinati alla caserma Montello di Milano. La sera prima, pensando di intercettarli, c’è una vivace quanto ottusa protesta guidata da tre donne. Una è polacca: Daria Katarzyna Janik, presidente del comitato “Giù le mani dalla Montello”, un tempo attivista di Forza Italia, poi leghista, adesso “apartitica”. Due mesi fa condivise sulla sua pagina Facebook un fotomontaggio ignobile. Un gerarca nazista di fronte al famigerato ingresso di Auschwitz dice a Hitler: “Capo, ci sono gli immigrati!”. Adolf replica: “Falli accomodare, alle utenze ci penso io”.

Nelle stesse ore di questa manifestazione, ai Navigli è comparsa una scritta lunga dieci metri sui muri della Darsena: “Fuori i fascisti dalla città”. Che sia la risposta al piano del Municipio 2 (leghista)? No a moschee e migranti, telecamere ovunque, corsi di dialetto milanese (“come fattore unitario e di integrazione”), controlli nei negozi etnici, pattuglie di vigili e militari, circolo anarchico Ponte della Ghisolfa (regolare) spostato...Ferraris cita il Vangelo: "Infinitus est numerus stultorum".

Fonte: ilfattoquotidiano.it

GUARDA ANCHE

IL GIRO E LA NOSTRA ITALIA 8/5/2017

Per il centenario doveva partire da Milano, la sua storica casa
Continua a leggere

RAZZISMI. CON LA STORIA NON SI SCHERZA 24/4/2017

Gli ebrei italiani, Eugenio Curiel e la memoria corta di Milano
Continua a leggere

STRACITTADINE AMARCORD D’ALTRI CALCI 10/4/2017

Ridatemi i derby di Milano con Brera e Veronelli
Continua a leggere

STREET ARTINSOFFERENZA O RISCATTO? 28/3/2017

Alberto Dubito e Fausto & Iaio: Milano inghiotte ancora i ventenni
Continua a leggere