Inseguito dal taxista

Olimpiadi Pechino 2008 Pechino

Il tassametro del taxi segna 28 yuan, circa tre euro: la tariffa dall'hotel Crowne Plaza al Centro Stampa Olimpico, una dozzina di chilometri e di traffico intenso. Ma un paio di volte il tassista, indeciso sulla direzione da prendere, ha chiesto lumi ai poliziotti.

Così, fermandosi all'angolo tra la strada del Parco Olimpico e il Main Press Center, si scusa. "Xie xie", lo ringrazio e gli lascio 30 yuan. Succede allora qualcosa di incredibile, e di imprevedibile: l'autista rifiuta i soldi. Scuote la testa, borbotta. Ma i 30 yuan continua a non volerli. Scendo e mentre chiudo la portiera riesco ad infilare tre banconote da 10 yuan. Lui se ne accorge. Li afferra, salta fuori dalla vettura, mi insegue e mi riconsegna i 30 yuan. Ha sbagliato strada, dunque non merita di essere pagato. Anzi, si scusa.

Fonte: La Repubblica

GUARDA ANCHE

Cina, missione compiuta è la nuova padrona dello sport 24/8/2008

Con 51 medaglie d'oro ha distanziato la rivale Stati Uniti: dal nuoto alla lotta ha dominato in tutte le discipline
Continua a leggere

Campioni getta e usa 23/8/2008


Continua a leggere

Alla ricerca dei bagarini 21/8/2008


Continua a leggere

La prevalenza del cinoinglese 19/8/2008


Continua a leggere