Giro d’Italia 2004 Sulle antiche strade del Giro















Cronaca

Caro Giro, ricorda Pantani ma è ora di voltare pagina - la Repubblica.it

Gimondi, è il primo Giro senza Pantani. Cosa cambia? "Mi manca l' uomo, più che il corridore: negli ultimi due anni non era più competitivo come una volta. Non è facile inventare un altro Pantani. Oggi manca un trascinatore, uno come lui che ti coinvolgeva emotivamente. Perché ha fatto grand...
 Fonte: Archivio - la Repubblica.it

La rabbia di Cipollini Una corsa gestita male - la Repubblica.it

GENOVA - Ce l' ha con tutti, Mario Cipollini da Lucca detto Re Leone, nato il 22 marzo del 1967, 37 anni suonati. Dunque un Grande Vecchio: 187 corse vinte in carriera (due ancora quest' anno), al Giro dal 1989, quando s' impose Laurent Fignon.
 Fonte: Archivio - la Repubblica.it

giro d' italia - la Repubblica.it

GENOVA - Se questo è l' inizio, allora sarà un gran bel Giro. Per tutta una serie di motivi: da quelli tecnici a quelli dello spettacolo. Intanto, il primo palcoscenico: un esordio sontuoso, bellissimo. A far da cornice lungo i 6,9 chilometri del prologo a cronometro, i palazzi principeschi d...
 Fonte: Archivio - la Repubblica.it

Quel Ti amo in diretta del nuovo re dello sprint - la Repubblica.it

ALBA - Per capire la trasformazione del trentenne Petacchi da timido velocista gentiluomo a spietato invincibile sprinter bisogna conoscere la fidanzata viareggina Anna Chiara, una bella mora dai capelli lunghi di 27 anni che studia giurisprudenza - le mancano per laurearsi l' esame di procedura penale e quella commerciale -
 Fonte: Archivio - la Repubblica.it

alta tensione - la Repubblica.it

"La famiglia Magnavacca saluta il Giro": lo striscione penzola da un balcone prima del ponte sul Magra. Tra Cunego e Mc Gee scoccano scintille, sul traguardo di piazza dell' Unità. "Una volata elettrizzante", commenta Roberto Conti, l' ex scalatore. Metafore dialettiche? Magari. E' che a Pon...
 Fonte: Archivio - la Repubblica.it

Lo schiaffo del capitano Cunego? Deve imparare - la Repubblica.it

CORNO ALLE SCALE - Ciclismo cambiato? Storie. I meccanismi che lo regolano sono sempre gli stessi: quelli dei tempi di Binda e Girardengo, di Coppi e Bartali, di Merckx e Gimondi. C' è chi comanda e chi esegue. Ci sono i capitani, ci sono gli scudieri, ci sono le "gambe nere", i gregari.
 Fonte: Archivio - la Repubblica.it

Brividi - la Repubblica.it

Sette del mattino, Porretta Terme. Visita a sorpresa degli ispettori medici Uci. Brividi. Da thriller. Quattro squadre controllate. Nessun reo. Test ematici in regola. Ma i brividi restano. Di freddo. Sugli Appennini toscoemiliani ha appena nevicato. Che succederà sulle Dolomiti se continua così? Ore sedici. Salitella di Poggio di Sugame.
 Fonte: Archivio - la Repubblica.it

caffeina libera - la Repubblica.it

Diciamo la verità: quest' anno al Giro le volate sono davvero eccitanti. Anzi, eccitate. Da che? Tranquilli: da niente di illegale. Semplicemente, una tazzina di caffè. O meglio: da tante tazzine di caffè in più. Basta appostarsi allo stand Saeco (macchine per caffè) e ai due box Vergnano (c...
 Fonte: Archivio - la Repubblica.it

il laureato - la Repubblica.it

Petacchi ormai è laureato ad honorem in volate e progressioni: a furia di vittorie si è conquistato il titolo di Sprinter Gentiluomo. Il gregario Dario David Cioni, invece, la laurea - vera - l' otterrà a luglio, in Sport Manager, materia di cui è leader nel plotone. Cosa unisce i due?
 Fonte: Archivio - la Repubblica.it

Stanco e ferito, Cipollini se ne va Mi scaricano appena non vinco - la Repubblica.it

FROSINONE - Ci sono volate che sono soltanto sconfitte: gli addii non sono mai vittorie. Mario Cipollini è tornato a casa. Si è arreso al generale Dolore. Al colonnello Età. Ai sergenti maggiori che governano un ciclismo "negativo". Rabbia, delusione: "Torno a casa perché non ce la facevo pi...
 Fonte: Archivio - la Repubblica.it

Irresistibile Petacchi padrone dello sprint - la Repubblica.it

DAL NOSTRO INVIATO LEONARDO COEN POLICORO - Tutto cominciò il 5 settembre del 1982. Per colpa di una diretta tv: quella da Goodwood, Hampshire, sud ovest di Londra. Va in onda il mondiale di ciclismo. Beppe Saronni stacca Greg Lemond e Sean Kelly. Vince il titolo. A Castelnuovo di Magra, un p...
 Fonte: Archivio - la Repubblica.it

Uno sponsor? Meglio 73 - la Repubblica.it

Nel ciclismo, e soprattutto al Giro d' Italia, non è mai facile accontentare lo sponsor. Figuriamoci quando ne hai 73, come la Colombia Selle Italia che da vent' anni è diretta dal torinese Gianni Savio detto "il Principino" per il suo inusuale aplomb in un ambiente ruspante e sanguigno.
 Fonte: Archivio - la Repubblica.it

Cunego, il futuro è adesso - la Repubblica.it

MORROVALLE - Ieri, tappa di tutto riposo. Dunque, tappa di bilanci, di speranze, intenzioni. Quelle di Damiano Cunego, la maglia rosa, sono dimezzate perché deve badare agli interessi del suo capitano Simoni (ieri alle prese con il controllo a sorpresa antidoping dell' Uci)? Ne parliamo con l...
 Fonte: Archivio - la Repubblica.it

La corsa nella terra di Pantani Per noi è sempre una leggenda - la Repubblica.it

ASCOLI PICENO - Il Giro arriva oggi in Pantania, così noialtri al seguito della corsa rosa avevamo cominciato a chiamare la terra di Romagna che il corridore di Cesenatico percorreva in lungo e in largo negli anni belli della sua avventura ciclistica, perché diceva che le salite delle sue mo...
 Fonte: Archivio - la Repubblica.it

Pantani day, lacrime e rabbia - la Repubblica.it

CESENA - A Rimini Paolo Gengarelli, il procuratore della Repubblica sta interrogando la russa Elena Korovina, l' ultima amante del Pirata. A Cesenatico mamma Tonina rilascia una lunga intervista a Rai Sport in cui accusa Christine Jonsson, l' ex fidanzata di Marco, di aver avviato suo figlio ...
 Fonte: Archivio - la Repubblica.it

leggi che ti passa - la Repubblica.it

C' è chi prega la Madonna. Chi si fa il segno della croce. E chi invoca padre Pio. Lui scaccia lo stress leggendo un libro dopo l' altro. In questi giorni, "1984" di George Orwell: "Il Grande Fratello è più che mai attuale".
 Fonte: Archivio - la Repubblica.it

Il ragazzo e il campione appuntamento ad alta quota - la Repubblica.it

TRIESTE - Alle cinque ma non in punto della sera (le 17,18 e 17,47) il sogno bello di Damiano Cunego si infrange sul traguardo di piazza dell' Unità, struggente fondale sotto un cielo scuro, gonfio di nuvole e un' aria carica di umidità perché ha appena finito di diluviare.
 Fonte: Archivio - la Repubblica.it

Petacchi, le sette perle del ciclista gentiluomo - la Repubblica.it

POLA - Il traguardo l' hanno giustamente sistemato sotto la stupenda Arena romana del terzo secolo. Una cartolina dovuta. Il Giro accarezza la Storia, nel suo peregrinare. In corsa, il copione è lo stesso di tutti gli arrivi allo sprint. Il treno della Fassa Bortolo ha portato capitan Petacch...
 Fonte: Archivio - la Repubblica.it

IL GIRO D' ITALIA, - la Repubblica.it

SAN VENDEMIANO - Ad un certo punto, siamo ancora all' inizio della Parenzo-San Vendemiano (il paese di Del Piero), sarà perché il Giro sembra in vacanza mentre costeggia a fil di spiagge e cale il mare d' Istria, sarà perché i mugugni del gruppo contro la voracità della Fassa Bortolo sono a ...
 Fonte: Archivio - la Repubblica.it

Il giro d' Italia, - la Repubblica.it

FALZES - Fausto Coppi nacque il 19 settembre del 1918. Damiano Cunego lo stesso giorno e mese del 1981: gli anni hanno identiche cifre, sono solo invertite. Poi ditemi che i numeri non raccontano il destino dell' uomo. Ieri Cunego ha riportato il ciclismo indietro nel tempo, con un' impresa a...
 Fonte: Archivio - la Repubblica.it

Tonkov vince la tappa della rabbia Cunego teme la trappola del Gavia - la Repubblica.it

FONDO SARNONICO - Doveva essere, quella di ieri, una tappa interlocutoria. Una salita non irresistibile, spazio per le seconde e terze linee, in attesa del totem Mortirolo di sabato e del Gavia ingabbiato di neve che si affronta temerariamente oggi, dopo il Tonale e prima di arrivare a Bormio...
 Fonte: Archivio - la Repubblica.it

L' irresistibile ascesa di Cunego - la Repubblica.it

BORMIO - Il piano era questo: Simoni vince la tappa più corta, ma perde il Giro vinto dal compagno Cunego. E lì, il teatrino della Saeco aveva previsto anche la trama della conferenza stampa: celebrare una vittoria dal sapore amaro, con un retrogusto di mammola antica. Il diavolo però fa le ...
 Fonte: Archivio - la Repubblica.it

L' inutile rabbia di Simoni è Cunego il signore del Giro - la Repubblica.it

PRESOLANA - Sta per diventare il cinquantaquattresimo vincitore di un Giro d' Italia, Gatto Cunego. Ma l' irascibile Topo Simoni gliela vuol far pagare cara. Se poi ci metti una foratura, poco prima delle Prese, appena fuori Bormio, allora pensi che tutto può capitarti. Invece, cambio al volo...
 Fonte: Archivio - la Repubblica.it

Il giovane campione di uno sport invecchiato. Ecco perché Cunego ha riportato l'entusiasmo sulle strade

L'amico Mario Fossati direbbe che Damiano Cunego è un purosangue infilato tra le stanghe di un carretto. La sua pedalata è bella a vedersi, agile e facile: è sempre al posto giusto, in corsa. Ha ventidue anni e mezzo, ma l'intelligenza del veterano. Parla come pedala: astuto e mai fuori ruota. E' il volto nuovo di uno sport invecchiato, qualcuno dice male: nel contesto di una società in cui si è perso il senso delle cose giuste, lo sport della fatica troppe volte ha scelto la scorciatoia dell'aiutino, metafora irriguardosa di quel termine scandaloso che è doping.  Fonte: Repubblica

Il Giro da incorniciare del campione ragazzino - la Repubblica.it

MILANO - Alessandro Petacchi onora il pronostico, vince sontuosamente anche lo sprint dell' ultima tappa di un sorprendente Giro d' Italia che ha consacrato la giovane irriverenza di Damiano Cunego, sfrecciando primo sotto lo striscione del traguardo, sull' elegante corso Venezia degli austeri palazzi neoclassici cari a Stendhal, davanti a tanta folla, come a Milano non si vedeva da anni.
 Fonte: Archivio - la Repubblica.it

Cunego e Petacchi, il nuovo al potere - la Repubblica.it

Il Giro 2004 nato come confronto tra due collaudati corridori - Gilberto Simoni e Stefano Garzelli - si è subito trasformato nel Giro di Cunego contro il suo Capitano. Le volate di Petacchi hanno impreziosito il programma. Ma il clou, non se ne abbia Petacchi, è stata la sfida tra i vicini di...
 Fonte: Archivio - la Repubblica.it